Teatro d'impresa: una metodologia efficace per le aziende

Teatro d'impresa: una metodologia efficace per le aziende

 

Il teatro d’impresa unisce arte e business in una metodologia di formazione esperienziale potente e performante.

La turbolenza del mercato impone alle aziende il bisogno di adottare strategie organizzative dinamiche e flessibili e, per supportare questi sforzi continui, è necessario che le persone abbandonino l’idea che il proprio lavoro sia un’attività isolata, per abbracciare la cooperazione e il lavoro di squadra.

Il teatro d’impresa è uno strumento efficace di formazione e sviluppo aziendale, che consente di superare le resistenze al cambiamento e i limiti dell’apprendimento tradizionale. Ecco come funziona e quali vantaggi competitivi può portare alla tua attività.

 

Teatro d’impresa: l’analisi delle tematiche aziendali diventa uno spettacolo

 

Quella del teatro d’impresa è considerata una metodologia innovativa nel panorama della formazione, nonostante siano passati poco meno di 40 anni dalla sua nascita. Questo accade perché non si tratta di un approccio statico, ma di un metodo in continua evoluzione per soddisfare i mutevoli bisogni delle aziende.

È difficile immaginare come due realtà, in apparenza così lontane, possano fondersi e dar vita a un metodo formativo efficace. Ma soffermandoci ad analizzare le due parole – teatro e impresa – è facile intuire i vantaggi che questo approccio può portare nell’ambiente di lavoro.

Infatti, è vero che il teatro è arte, ma allo stesso tempo è anche uno spazio scenico in cui avviene una rappresentazione della realtà. Il termine impresa, invece, identifica il luogo di lavoro in cui le persone incontrano i propri colleghi, con i quali perseguire determinati obiettivi.

Dunque, attraverso il teatro d’impresa le persone agiscono in uno “spazio” in cui si sentono libere di interpretare le vicende aziendali, comunicare i propri valori e cercare soluzioni innovative.

Il teatro diventa uno strumento di formazione esperienziale che offre l’occasione di riflettere sulle proprie azioni, per comprendere meglio sé stessi e le persone con cui collaboriamo ogni giorno. In questo modo è possibile allenare attitudini che risultano proficue nel luogo di lavoro:

 - potenziare le capacità di problem solving;
 - migliorare l’inclinazione ad assumersi responsabilità;
 - sviluppare abilità di adattamento;
 - allenare la propria intelligenza emotiva e trasformare i propri limiti in opportunità;
 - riconoscere i conflitti e risolverli.

La rappresentazione della realtà a teatro può far emergere le problematiche che non riconosciamo nel quotidiano e mostrare nuove modalità comunicative per risolverle. Inoltre, scardina le resistenze all’apprendimento e aiuta a sviluppare determinate competenze trasversali.

 

Il teatro d’impresa per facilitare la formazione

 

La formazione delle persone in età adulta presenta problematiche specifiche, poiché le conoscenze pregresse e un apprendimento non strutturato, frutto dell’esperienza lavorativa, creano forti resistenze al cambiamento.

La scarsa motivazione e la percezione di non avere abbastanza tempo rendono il processo formativo ancora più arduo: un mix di convinzioni e abitudini che, davanti a nuove informazioni da acquisire, porta al senso di sopraffazione e rende le metodologie di formazione tradizionali inadeguate.

Per questo è necessario un approccio attento alla progettazione e alla realizzazione di percorsi formativi capaci di coinvolgere attivamente ed emotivamente. La formazione esperienziale si colloca come soluzione ideale, e il teatro d’impresa ne è un esempio vincente.

Il teatro è un’arte universalmente riconosciuta, capace di accogliere nel suo “spazio” persone con background culturali diversi. Diventa un punto d’incontro per un’esperienza formativa condivisa e di semplice comprensione, capace di rappresentare e analizzare i complessi contesti professionali che caratterizzano gli ambienti aziendali.

Il teatro d’impresa è un’esperienza attiva e multisensoriale, uno strumento potente, per comprendere e interiorizzare nuovi concetti, proprio come evidenziato nel famoso cono dell’apprendimento del pedagogista americano Edgar Dale: simulare un’esperienza reale, partecipare a una discussione o fare una presentazione, sono forme efficaci per apprendere e consolidare le informazioni nel tempo.

Dunque, teatro e formazione danno vita a una metodologia capace di assolvere a due necessità imprescindibili nel processo di team working:

 - sviluppare la comunicazione emotiva, le capacità di comprensione delle dinamiche interne alla squadra e il problem solving;
 - facilitare e stimolare l’apprendimento, per rendere semplice l’acquisizione di nuove competenze, che alimentano l’autostima e la motivazione.

 

Le diverse forme del teatro d’impresa

 

Il teatro d’impresa può assumere diverse forme a seconda dell’obiettivo e del contesto in cui viene proposto:

 - partecipazione passiva;
 - interazione con attori professionisti;
 - progettazione e realizzazione dello spettacolo;
 - interpretazione attiva delle scene.

Sarà il formatore a proporre il metodo più adatto alle esigenze del gruppo di lavoro, in base alle necessità dell’azienda.

È difficile categorizzare i diversi approcci del linguaggio teatrale, perché possono essere sovrapposti in più combinazioni. Tuttavia, esistono delle tipologie che possiamo prendere come riferimento:

 - lezioni a soggetto fisso, per enfatizzare una particolare tematica;
 - spettacoli scritti e rappresentati da attori professionisti sulla base delle criticità rilevate in azienda;
 - spettacoli realizzati dai soggetti coinvolti nel percorso formativo, per creare un legame forte con i colleghi e sviluppare comprensione e accettazione reciproca;
 - improvvisazione teatrale, per sviluppare flessibilità mentale, creatività, capacità d’ascolto e adattamento alle situazioni;
 - teatro buffo, dove una figura svolge il compito di giullare e può intervenire durante le riunioni per sdrammatizzare i problemi e indurre alla riflessione i partecipanti. Un modo comico per far emergere i sottintesi e stimolare alla risoluzione dei problemi in modo creativo.

Tutte le aziende hanno una storia da raccontare, un percorso che si compone del vissuto delle persone che interagiscono tra loro, per raggiungere obiettivi comuni. Il teatro è una “zona franca” dove evocare le esperienze personali e di gruppo, analizzare quanto rappresentato e cercare alternative efficaci per risolvere i problemi insieme.

 

Teatro d’impresa: formazione esperienziale per le aziende

 

Per molte persone accostare la produttività al gioco e la creatività alla razionalità è molto difficile. Eppure, c’è molto del teatro in ognuno di noi, specialmente quando siamo chiamati a interagire con gli altri oppure a esporre in pubblico il nostro pensiero o lavoro.

La poliedricità del teatro d’impresa aiuta a comprendere le regole della comunicazione efficace, sia all’interno del gruppo di lavoro che davanti a un pubblico. Sul palco siamo tutti uguali e comunicare diventa più semplice: ecco perché il teatro può essere una palestra naturale anche per il public speaking.

Il confronto con il pubblico, entrare in empatia con chi ti sta ascoltando, richiede un lavoro di mente, corpo e gestione delle emozioni. Attraverso metodologie di formazione esperienziale è possibile acquisire sicurezza in sé stessi e scoprire potenzialità inespresse.

Se ti interessa approfondire queste tecniche, in un percorso formativo efficace e innovativo, ti segnaliamo il nostro corso Public Speaking in English, che affronteremo con la metodologia del teatro d’impresa.

Per maggiori dettagli, non esitare a contattarci.


  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Coach e Formatrice specializzata in ambito business. Per Qsfera e per Studio Essepi affianca imprenditori e collaboratori per fare chiarezza sugli obiettivi del mangement, facendo emergere il potenziale degli stessi, per il raggiungimento di risultati personali e professionali.