Le fasi di un percorso di coaching funzionale

Le fasi di un percorso di coaching funzionale

 

La società richiede standard sempre più elevati. È normale sentirsi oppressi e soccombere sotto il peso dell’ansia legata alle nostre prestazioni. Intraprendere un percorso di coaching è l’occasione per valorizzare le tue abilità ed esprimere al meglio il tuo potenziale.

Non sono in grado”, “come posso fare”, “mi sembra impossibile”. Queste sono solo alcune delle frasi che risuonano spesso nelle nostre menti. Quante volte ti sei sentito sopraffatto da obiettivi di business e della vita quotidiana che ti apparivano irraggiungibili e ricolmi di ostacoli interiori, come muri invalicabili?

Il Coach è la guida che ti conduce alla conquista dei tuoi obiettivi, con efficacia e consapevolezza. Nessuna inutile perdita di tempo, in un percorso di sostegno e affiancamento, che esclude aspetti di carattere psicologico o terapeutico, ma mira a consolidare la fiducia nei tuoi mezzi.

Se senti di poter fare molto di più e di voler prendere in mano la tua vita, un percorso di coaching funzionale è il supporto adeguato. Impostato a partire proprio dalle tue necessità, ti aiuta a prendere le decisioni giuste nella tua vita professionale e a uscire da situazioni lavorative in stallo.

Tutte le attività di coaching sono contraddistinte da alcuni punti fondamentali: vediamoli insieme.

Le 5 fasi di un percorso di coaching

Esistono diversi modi per strutturare un percorso di coaching. A prescindere da come viene implementato, alla base troviamo sempre il rapporto di fiducia, trasparenza e assoluta riservatezza tra Coach e Coachee.

L’approccio che stai per vedere è conforme alle normative in materia di coaching e caratterizzato da 5 fasi. Eccole nel dettaglio.

 

1) Costruzione del patto di coaching tra Coach e Coachee

 Hai letto bene, si tratta di un patto. È l’impegno che prendi con te stesso e con il tuo coach, un professionista di cui ti devi fidare, ma solo se senti che questo è possibile: ti devi sentire a tuo agio, ascoltato, compreso, non giudicato.

È durante il primo incontro che si capisce se c’è empatia, se il tuo Coach è in grado di cogliere le tue necessità. Ma, soprattutto, se hai davvero bisogno di iniziare un percorso di coaching.

Se i presupposti sono positivi, allora è possibile stilare il patto di coaching, in cui vengono definiti:

 - gli obiettivi che vuoi raggiungere;
 - le strategie per raggiungerli;
 - la durata prevista del percorso di coaching;
 - gli impegni di entrambe le parti.

2) Esplorazione delle competenze tra Coach e Coachee

Prima di iniziare a lavorare sul raggiungimento degli obiettivi, è imprescindibile fare il punto della tua condizione attuale. Dunque, sarà utile esaminare alcuni aspetti fondamentali:

 - Com’è la situazione personale e professionale?
 - Com’è strutturato il contesto in cui ti relazioni?
 - Quali sono le criticità che riscontri e i punti deboli su cui devi lavorare?
 - Quali sono i tuoi valori e le tue competenze?
 - Hai chiari gli obiettivi che vuoi raggiungere?

Questi sono solo alcuni degli aspetti da approfondire, prima di iniziare la pianificazione di un percorso di coaching funzionale a soddisfare il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

3) Definizione degli obiettivi e del piano d’azione

È il momento più importante e delicato. In questa fase, il tuo coach ti aiuta a definire con chiarezza gli obiettivi concreti da raggiungere.

Solo così è possibile stabilire il piano di lavoro: una bussola da seguire durante le sedute, per individuare le azioni pratiche da attuare, affinché il tuo percorso di coaching sia davvero efficace.

4) Costruzione del piano di azione e del suo monitoraggio

Dopo aver pianificato nel dettaglio, arriva il momento di passare all’azione: devi mettere in atto le strategie e le tecniche che hai individuato con il tuo Coach.

Solo se saprai metterti alla prova, sarà possibile verificare l’efficacia e il successo delle azioni intraprese, intervenendo e ricalibrando dove necessario.

5) Gestione della conclusione del processo di coaching

 Arrivato alla fine del percorso di coaching cosa succede? È il momento di fare il punto della situazione, misurare concretamente gli obiettivi raggiunti e i risultati ottenuti. Ma non solo, nel tuo percorso di coaching avrai appreso l’uso degli strumenti necessari per proseguire in autonomia con il tuo piano di azione.

Per potenziare le tue prestazioni professionali, nell’ottica di un mercato del lavoro in continua evoluzione, potrebbe esserti utile scoprire le 10 skills più richieste nei lavori del futuro.

I benefici nell’intraprendere un percorso di coaching

Decidere di iniziare un percorso di coaching è il primo passo necessario per il cambiamento. Spesso la paura stessa di riscoprirsi capaci può fungere da elemento sabotatore, ma ora sai che puoi affidarti a un coach. Una “leva” che spinge oltre.

Ti fornisce elementi, strumenti e tecniche in grado di farti comprendere appieno le tue potenzialità e il tuo valore. Puoi utilizzarli nella vita lavorativa, ma anche per raggiungere un nuovo equilibrio e una situazione di benessere personale.

Il coaching è uno strumento che:

 - migliora la consapevolezza;
 - aumenta la fiducia e l’autostima;
 - sviluppa le potenzialità;
 - ottimizza la gestione del tempo e delle relazioni;
 - incrementa la produttività.

Un percorso di coaching ti permette di far fronte ai momenti critici utilizzando le tue risorse e il tuo potenziale inespresso. Puoi raggiungere obiettivi specifici e concreti, sviluppare una nuova ed efficace autonomia progettuale e iniziare a sentirti meglio, sia nella vita professionale che privata.

In Qsfera, oltre ai corsi di formazione che proponiamo, trovi i nostri percorsi di coaching, regolati dalla norma in materia (UNI 11601): sono sviluppati in sessioni settimanali di 45 minuti/1 ora ciascuna e la durata complessiva viene concordata in base alle singole esigenze.

Contattaci senza impegno e scopri tutte le novità sulle nostre attività di coaching: è arrivato il momento di riscoprire il tuo potenziale e superare quegli ostacoli che ti impediscono di realizzare i tuoi obiettivi.


  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Formatrice e Coach in ambito personale e professionale. Per Qsfera si occupa di percorsi formativi in team e colloqui di coaching individuale aventi come focus primario il benessere psico-fisico della persona, il raggiungimento di obiettivi sfidanti, facendo leva sulle proprie potenzialità.