5 errori da evitare se devi scrivere un Business Plan

5 errori da evitare se devi scrivere un Business Plan

 

Hai deciso di trasformare la tua idea in un progetto imprenditoriale. Sei ispirato e ti senti pronto per fare il grande passo. Ora, però, sai che dovrai scrivere un Business Plan, per delineare un percorso chiaro verso la realizzazione del tuo progetto e quantificare le risorse finanziare necessarie per sostenerlo.

Tuttavia, non esiste un modello predefinito, perché ogni impresa deve misurarsi con le variabili del settore in cui andrà a competere. Ecco perché dovrai redigere questo strumento aziendale strategico con molta attenzione: c’è in ballo il futuro della tua idea imprenditoriale.

Se vuoi scrivere un Business Plan di successo, e trasformare il tuo progetto in una realtà concreta, ci sono almeno 5 errori che devi assolutamente evitare.

Scrivere un Business Plan: perché è così importante

Decidere di avviare un nuovo progetto imprenditoriale è sempre fonte di grande entusiasmo e di aspettative, ma ogni azione deve essere ponderata con la massima razionalità.

Sai già cos’è un Business Plan e come può esserti utile, ma per evidenziare i potenziali errori che potresti commettere, rinfreschiamoci la memoria.

Scrivere un Business Plan vuol dire redigere un documento che ti permetta di agire in modo proattivo. Descrive la tua attività, i prodotti e i servizi. Analizza la domanda del mercato in cui andrai a competere e le strategie necessarie per raggiungere gli obiettivi. Inoltre, definisce le risorse di cui hai bisogno, le capacità finanziarie che hai e le entrate che prevedi in uno specifico lasso di tempo.

È un documento importantissimo per ogni imprenditore, perché contiene tutti i dettagli dell’idea di business e della sua fattibilità, anche per consentirne la valutazione agli occhi di possibili investitori: commettere questi 5 errori potrebbe distruggere il futuro del tuo progetto imprenditoriale.

1) Definire obiettivi poco realistici

Sembra banale, ma non lo è affatto. Preso dall’entusiasmo o dal bisogno di scrivere un Business Plan accattivante, per le banche o gli investitori, potresti commettere l’errore di definire obiettivi poco realistici.

Il Business Plan è un documento in cui devi essere brutalmente onesto con te stesso. Devi saper riconoscere i punti di forza e di debolezza, quali sono le opportunità e le minacce. Quindi, sarà necessario applicare un’analisi SWOT per definirli e agire di conseguenza.

Quando stabilisci un obiettivo devi essere sicuro che sia realistico. È l’unico modo per poter creare un piano strategico dettagliato ed efficace. Devi quantificare i profitti che ti aspetti di ricavare e il come intendi riuscire a ottenerli.

In questo modo, mostri di essere preparato e consapevole di ogni sfida che dovrai affrontare, e anche i potenziali investitori avranno una percezione positiva del tuo progetto. Nessuno dà soldi a chi sembra fantasticare mete irraggiungibili o a chi non ha le idee chiare di come intende raggiungere i propri obiettivi.

2) Mitizzare la tua idea e non avere uno scopo chiaro

Hai avuto un’idea fantastica e ne sei entusiasta, ma non è lei la protagonista quando ti appresti a scrivere un Business Plan. Se hai mitizzato la tua idea e credi che funzionerà da sola, senza un’analisi di mercato approfondita e lo studio di strategie d’azione concrete, stai commettendo un grave errore.

Anche le idee migliori hanno bisogno di azioni pratiche per poter funzionare. Non puoi e non devi focalizzarti sul “cosa”, perché è solo la scintilla. Devi avere uno scopo, il tuo “perché”. Qual è la tua motivazione? Perché lo stai facendo?

Solo dopo aver definito il tuo scopo, la forza motrice che ti farà andare avanti anche nei momenti di difficoltà, allora potrai definire il “come”, “dove” e “quando”. La tua idea è solo il “cosa” e per quanto sia fantastica, se non hai obiettivi chiari e uno scopo commerciale, fallirà. Sii onesto con te stesso e chiediti qual è il tuo “perché”.

3) Trascurare le insidie e non definire il mercato in modo dettagliato

Scrivere un Business Plan adeguato vuol dire considerare di inserire una sezione dettagliata sull’analisi del mercato di appartenenza. Non esistono scorciatoie: se vuoi prevedere le insidie del mercato, ed essere pronto a intervenire in modo proattivo, devi sapere in quale contesto ti stai inserendo.

Anche i potenziali investitori sono consapevoli che ogni attività presenta delle insidie e si aspettano che tu le conosca. Se ti stai chiedendo cosa scrivere in un Business Plan, questa sezione non può e non deve mancare.

Non limitarti a descrivere le caratteristiche del mercato. Quando scrivi il tuo Business Plan, condividi i dettagli delle sfide che ti aspetti di affrontare e poi spiega come intendi superarle.

4) Scrivere un Business Plan generico e approssimativo

Può sembrarti ovvio ma, per molti imprenditori, non lo è. Per essere utile ed efficace il tuo Business Plan deve essere scritto pensando alle persone che dovranno consultarlo.

Parti dal presupposto che non potrà mai soddisfare le esigenze di tutti, quindi scrivilo affinché sia mirato a un pubblico specifico. Immagina a chi presenterai il tuo documento strategico, il Business Plan che contiene la tua idea preziosa e il tuo scopo preciso: chi sono? Investitori? Banche? Partner commerciali? Nuovi membri del team?

Chi lo legge deve trovare risposte precise a domande specifiche e soluzioni concrete, per affrontare le insidie del mercato. Non puoi essere generico o approssimativo. Non puoi presentare un documento sgrammaticato e confuso.

Permetti al tuo interlocutore di capire subito quello che vuoi fare e perché dovrebbe finanziarti o partecipare. Un executive summary dettagliato e chiaro è la soluzione migliore per presentare i punti essenziali del tuo progetto: ricordati che una buona prima impressione è quella che conta.

Assicurati che il tuo Business Plan sia ordinato e preciso, con calcoli dettagliati e risposte supportate dai dati. Devi prendere sul serio tutto il processo di pianificazione e le modalità con cui andrai a presentarlo.

5) Dimenticare la concorrenza e un piano di marketing

Sfortunatamente un buon prodotto o servizio non si venderà da solo. Le tue previsioni di vendita dovranno essere supportate da un piano di marketing capace di individuare i tuoi potenziali clienti e le strategie per convertirli in clienti reali.

Dunque, il tuo Business Plan dovrà essere corredato da un marketing plan con le strategie che intendi attuare, per promuovere e far conoscere il tuo prodotto o servizio. Nel fare questo, non puoi dimenticare la concorrenza.

Nessuna impresa opera in un mercato senza competitor. Ecco perché redigere un Business Plan può aiutarti ad acquisire la consapevolezza di chi siano i tuoi concorrenti diretti e indiretti. Forse, ritieni che la tua idea sia talmente innovativa che non ci siano potenziali concorrenti. Anche se fosse vero, e ti ritrovassi in un “oceano blu”, tutto da esplorare, puoi essere sicuro che i competitor spunteranno: garantito!

Dunque, non sottovalutare la possibilità di dover competere con altre aziende e non sopravvalutare il tuo prodotto o servizio. Questa forma di coerenza e razionalità è fondamentale per trasmettere fiducia ai tuoi potenziali partner o investitori.

Un buon piano aziendale non è mai casuale. Presi singolarmente, questi 5 errori possono sembrarti dettagli, che potresti aggiustare strada facendo, ma sottovalutarli potrebbe incidere in maniera negativa sulla realizzazione della tua idea imprenditoriale.

 

Scrivere un Business Plan di successo per raggiungere i tuoi obiettivi imprenditoriali

Redigere un Business Plan nel modo corretto è complicato e richiede un’analisi critica e approfondita. Certo, non devi scrivere una tesi di dottorato e puoi aiutarti con elenchi puntati e tabelle, per semplificarne l’esposizione. Tuttavia, affinché sia efficace e contribuisca a indicare con chiarezza la strada del tuo progetto imprenditoriale, serve molta attenzione.

Scrivere un Business Plan dettagliato, per raggiungere i tuoi obiettivi, può fare la differenza tra l’essere un imprenditore di successo e il vedere la tua idea finire nel cestino. Quindi, mettiti al lavoro consapevole di non voler commettere uno o più dei 5 errori che abbiamo appena evidenziato.

La pianificazione delle tue strategie di marketing ti aiuterà ad affrontare le sfide e a cogliere le opportunità che garantiranno alla tua azienda di prosperare. Sei pronto a sviluppare modelli di business capaci di coinvolgere i clienti, o potenziali tali, in ogni passo della loro esperienza digitale con l’azienda? Questo articolo ti sarà utile per farlo: Sfide e opportunità della trasformazione digitale delle imprese.

Vuoi apprendere strategie aziendali efficaci per migliorare la tua proposta sul mercato?

Con Qsfera proponiamo percorsi d'aula esperienziali, in contesti di outdoor training o teatrali, per chi vuole sviluppare nuove potenzialità da applicare nel proprio business. Contattaci oggi stesso, senza impegno, per saperne di più.

Ultima modifica il Martedì, 10 Settembre 2019 07:10