Cos'è e come funziona un percorso di coaching

Cos'è e come funziona un percorso di coaching

 

Capita a tutti. Sei bloccato in un solco profondo da cui non riesci a uscire e ti senti paralizzato, senza uno scopo. L’idea di farti aiutare trova un muro d’orgoglio che frena ogni tua azione. Pensi che dovresti riuscirci da solo, ma non è così che deve andare. Un percorso di coaching può fornirti una nuova prospettiva e traghettarti oltre questo momento di impasse.

Potresti essere riluttante all’idea di qualcuno che ti dica cosa fare, o che risolva un problema per te. E fai bene. Il Coach non ti darà mai la soluzione. Il suo scopo è quello di supportarti e accrescere la consapevolezza nelle tue capacità. Fornendoti quindi gli strumenti per aiutarti a fare il punto della situazione e prendere le decisioni che ti porteranno a raggiungere i tuoi obiettivi.

Quando intraprendi un percorso di coaching non aspettarti risposte. Sono le domande giuste, al momento opportuno, che ti permetteranno di uscire da quel solco che ora stai contribuendo a scavare. È tempo di dribblare l’incertezza che ti frena e affidarti a un professionista che possa far emergere il potenziale che stai inconsciamente soffocando. Ecco come.

Percorso di coaching: che cos’è?

Prima di entrare nei dettagli di un percorso di coaching, è bene definirne le 2 figure fondamentali in questa relazione complementare: Coach e coachee.

Come suggerisce la traduzione del termine dall’inglese, il Coach è colui che insegna, allena e guida. Dunque, è un professionista che accompagna e orienta le persone in un vero e proprio viaggio di miglioramento, sviluppo e potenziamento delle proprie capacità. Invece, il coachee è la persona che ha acquisito la consapevolezza di doversi affidare all’esperienza di un Coach per far emergere il proprio potenziale e raggiungere gli obiettivi prefissati.

Il percorso di coaching è un processo bidirezionale, un dialogo in cui il coachee deve mettersi in gioco e impegnarsi. Devi essere conscio che i tuoi sforzi sono imprescindibili per ottenere i risultati che desideri. Comprendere questo aspetto è fondamentale. Altrimenti finiresti per aspettarti un semplice aiuto, qualcuno che ti dica cosa fare e come farlo. Questo non è coaching.

La partnership tra Coach e coachee, che lavorano in modo collaborativo, risulta essere stimolante, creativa ed estremamente gratificante. È un processo in cui sono le domande giuste da porsi a funzionare da leva per aiutarti a trovare le risposte che stai cercando.

Quindi, il Coach non fornisce soluzioni, ma ti conduce in un percorso di consapevolezza attraverso il quale smascherare i blocchi interiori che stanno frenando il tuo potenziale. Fatta chiarezza, sarà più semplice capire quali siano i comportamenti e le azioni giuste da intraprendere.

Probabilmente, avrai notato che alla parola “coaching” vengono associate diverse terminologie (di solito, in lingua inglese). Life, business, executive, corporate, sono tutte espressioni che vanno a identificare il contesto in cui avviene il percorso di coaching. Nonostante possano condizionare diverse aree della tua vita, ostacoli e obiettivi differiscono in base alla situazione in cui ti trovi. Servono dunque processi mirati e contestualizzati.

Nel coaching non ci sono preclusioni, a eccezione degli aspetti psicologici e terapeutici, che non rientrano in questo ambito. Dunque, il percorso di coaching dovrà essere personalizzato e orientato a sviluppare le tue capacità, utilizzando gli strumenti più adatti, per poterne cogliere i vantaggi. È un patto che fai con te stesso e il tuo Coach per vincere le sfide che hai davanti.

Come funziona un percorso di coaching

L’obiettivo del Coach è quello di riuscire a far ritrovare e a sviluppare il potenziale della persona che si rivolge a lui. Ed è valorizzando l’identità del coachee e aiutandolo a superare le proprie convinzioni limitanti, che potrà riuscirci.

Esistono diversi modi per strutturare un percorso di coaching, ma alla base non possono mancare fiducia, trasparenza e riservatezza tra Coach e coachee. L’approccio conforme alle normative in materia di coaching (UNI 11601) prevede 5 fasi:

  1. costruzione del patto di coaching tra Coach e coachee – è un vero e proprio patto che sigla l’impegno sia con te stesso che con il tuo coach;

  2. esplorazione delle competenze tra Coach e coachee – approfondisci la situazione attuale, sia a livello personale che professionale. In questo modo, il Coach ha la possibilità di conoscerti meglio e capire se gli obiettivi che vuoi raggiungere siano in linea con i tuoi valori e le tue competenze;

  3. definizione degli obiettivi e piano d’azione – il Coach ti aiuta a capire quali sono gli obiettivi reali da raggiungere, per stabilire un piano d’azione pratico ed efficace;

  4. costruzione del piano d’azione e del suo monitoraggio – arriva il momento di agire, ovvero attuare le tecniche e le strategie che il tuo Coach ti ha mostrato durante le varie sedute;

  5. gestione della conclusione del processo di coaching – si misurano i risultati ottenuti per comprendere come continuare in autonomia il tuo piano d’azione.

È fondamentale che, prima di siglare il patto di coaching, tu capisca se c’è feeling con il tuo coach. Ricordati che non è lì per giudicarti, ma per supportarti e guidarti. Nel tuo percorso di coaching hai un professionista che ti orienta, ti aiuta a riflettere e stimola la ricerca delle risposte che possono sbloccare una situazione limitante. Ma potrà riuscirci solo se ti senti a tuo agio e sei disposto a dargli fiducia.

Fai emergere il tuo potenziale con il coaching

Il coaching è un percorso con step ben precisi e il tuo Coach non è certo un oracolo. I risultati che otterrai dipenderanno dagli sforzi che sei disposto a fare. Questo aspetto deve essere molto chiaro. Sei tu l’artefice del tuo destino.

Il Coach è un alleato, un professionista che ti ascolta, conosce la tua situazione e si dedica al tuo successo. È presente per aiutarti a definire gli obiettivi e a riaccendere la motivazione che hai perso. Attraverso i suoi consigli potrai ritrovare la fiducia, che ora vacilla, e andare oltre quel solco in cui ti trovi. Ti mette sulla strada giusta, stimola le tue capacità e ti aiuta a conoscere gli strumenti adatti a prendere decisioni importanti e ponderate.

Iniziare un percorso di coaching non è mai facile, sono tanti gli attriti che possono ostacolarti, ma sono solo dentro di te. Puoi sconfiggerli e liberare il tuo potenziale. Contattaci senza impegno e scopri tutte le nostre proposte. Possiamo supportarti e pianificare insieme un programma di coaching che ti aiuti a raggiungere i risultati che stai cercando.

  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Coach e Formatrice specializzata in ambito business. Per Qsfera e per Studio Essepi affianca imprenditori e collaboratori per fare chiarezza sugli obiettivi del mangement, facendo emergere il potenziale degli stessi, per il raggiungimento di risultati personali e professionali.