Come scrivere una newsletter efficace: 5 suggerimenti pratici

Come scrivere una newsletter efficace: 5 suggerimenti pratici

 

Quante e-mail promozionali arrivano nella tua casella di posta ogni giorno? E quante ne leggi? Sapere come scrivere una newsletter efficace significa comprendere che dovrai fare molto di più del semplice invio di poche righe di testo una volta alla settimana. Lo vedi anche tu. Quante e-mail riescono ad attirare davvero la tua attenzione?

A prescindere dall’attività che svolgi e dal settore in cui operi, le newsletter possono essere ottimi strumenti per instaurare una relazione solida con i tuoi iscritti. Ma emergere in una casella e-mail affollata e attirare la loro attenzione non è affatto semplice. Come ci riesci?

Ecco 5 suggerimenti pratici per creare una newsletter che funzioni, coinvolga i tuoi iscritti e contribuisca ad accrescere la tua credibilità. Puoi riuscirci da subito. Iniziamo.

Scrivere una newsletter migliore

Scrivere può essere facile, ma farlo bene è sempre difficile. Ogni volta che ti siedi davanti al computer per creare la tua newsletter finisci per sentire che stai facendo uno sforzo enorme? E quando finalmente la invii non ricevi mai la risposta che speravi di ottenere?

Ecco cosa dovresti fare quando scrivi la tua newsletter se vuoi che i tuoi abbonati la aprano, leggano e continuino a sentirsi coinvolti con te.

1) Definisci l’obiettivo della tua newsletter

Come in tutti i progetti, prima di cominciare è importante stabilire l’obiettivo dell’azione che stiamo per compiere. Cosa vuoi raggiungere con questa attività di comunicazione? Una newsletter efficace può funzionare da leva per spingere le vendite, espandere la tua presenza sui social network, presentare le nuove iniziative della tua azienda e molto altro ancora.

Qualsiasi contenuto nasce per avere uno scopo da soddisfare. Questa decisione dovrebbe essere legata agli obiettivi generali della tua attività. Dunque, la domanda a cui trovare una risposta non è se dovresti o meno scrivere newsletter, ma qual è il tuo obiettivo. Se lo sai, se conosci lo scopo delle parole che stai per digitare, allora sarà più semplice impostare un contenuto efficace, chiaro e, soprattutto, utile ai lettori e ai tuoi obiettivi di business.

Se vuoi sapere come scrivere una newsletter efficace, trova un obiettivo e poi struttura il testo come se fosse una mappa che i tuoi lettori vorranno seguire. Già, i lettori. Conosci il tuo pubblico?

2) Definisci il tuo pubblico

Ebbene sì, la tua newsletter non è per tutti. E va bene che sia così. Avere un’idea definita del tipo di persona che leggerà la tua mail ti aiuta a usare il tono di voce giusto e parole capaci di creare una connessione: scrivi come parli, usa un linguaggio appropriato al tuo lettore e chiediti sempre qual è il motivo per cui dovrebbero leggere la tua newsletter.

Se disponi di alcune informazioni sui tuoi iscritti, puoi scrivere newsletter efficaci perché riesci a segmentare il pubblico di destinazione in gruppi più specifici di persone. In questo modo, la tua comunicazione è mirata verso coloro che ritieni saranno più interessati a ciò di cui stai parlando o offrendo in quella occasione.

È più probabile che le persone prestino attenzione alle tue e-mail se trovano il contenuto pertinente ai loro interessi. Dunque, è importante sapere chi sono i tuoi iscritti. Ma è ancora più importante riuscire a creare una risonanza emotiva con quelli che davvero rappresentano il tipo di interlocutore a cui vuoi rivolgerti.

Dopotutto, i tuoi lettori dovrebbero aspettare con impazienza ciò che prepari per loro. Dovrebbero appassionarsi alle notizie che condividi, sentirsi coinvolti e consigliare la tua newsletter ad amici e colleghi. Non cercare di parlare a tutti. Finirai solo per non farti capire da nessuno.

3) Bilancia il tipo di contenuto

Indipendentemente dalle caratteristiche del tuo pubblico, una cosa è certa: non vogliono leggere solo contenuti promozionali. Per quanto la tua audience possa essere interessata ai tuoi prodotti o servizi, non appena si sentirà bombardata da offerte e sconti, si disiscriverà. È un rischio che non vuoi correre.Tra i contenuti che prepari ci deve essere equilibrio. Per non perdere iscritti preziosi e in target con i tuoi obiettivi di business devi fargli capire che rispetti e apprezzi il loro tempo. Lo sanno di essere dei potenziali clienti per te, ma non devono sentirsi delle mucche da mungere. Anche se chiudere una vendita è il tuo obiettivo finale, ricorda che un'e-mail di vendita è un'e-mail noiosa.

Sono persone, cercano empatia, opportunità di intrattenimento, informazione ed esperienze utili a risolvere i loro problemi o esigenze. Questo è il tuo compito: soddisfare i loro interessi. Le vendite saranno una naturale conseguenza.

Se vuoi scrivere una newsletter efficace, concentrati sul fornire valore ai tuoi lettori senza mai farli sentire come se dovessero comprare qualcosa. Quindi, quando inserisci parole mirate alla vendita verso la fine della tua e-mail, sentiranno che stanno per cogliere un’opportunità e che investire nella tua attività è una buona idea.

Quando ti appresti a scrivere la tua prossima newsletter metti da parte le campagne pubblicitarie e inserisci contenuti rilevanti, educativi, notizie che valgano la pena di essere condivise, ecc. A meno che tu non abbia davvero qualcosa di strabiliante da comunicare, come uno sconto del 50% su un determinato prodotto, o una promozione limitata nel tempo.

Cerca il giusto equilibrio, sii educativo e informativo al 90% e solo al 10% commerciale. Concentra la tua comunicazione su storie che leggeresti anche tu.

4) Il giusto oggetto rende davvero la newsletter efficace

Solo perché una persona ha dato il consenso a ricevere i tuoi contenuti, non vuol dire che li leggerà. Tantomeno, che aprirà la tua e-mail. L’elemento che può compiere questa magia è solo uno, ed è l’oggetto della tua newsletter.

Quando la tua e-mail arriva nella posta in arrivo di un abbonato, l'oggetto deve attirare subito la sua attenzione. Non buttare via questa opportunità. Ricorda che mantenere la riga dell'oggetto breve e incisiva renderà più facile la lettura. Dovresti creare curiosità, mentre comunichi il vantaggio contenuto nell'e-mail.

In alcuni casi, le persone sentono di dover cliccare sulla tua newsletter se l’oggetto è personalizzato. In altri, se gli strappa un sorriso. In altri casi ancora, si sentono incuriositi se è presente un numero nell’oggetto più che delle parole. Dovrai fare degli A/B test per capire cosa gradisce il tuo pubblico e riuscire a scrivere l’oggetto perfetto di una newsletter efficace.

Dunque, cerca di personalizzare l’oggetto con il nome del ricevente, usa giochi di parole, o ancora presenta subito l’offerta speciale del mese. L’oggetto della tua newsletter è la parte più importante, la chance più grande che hai per costruire dell’interesse.

5) Scegli una call to action principale: invita all’azione

Le vedi ogni giorno anche tu. Sono in televisione, sui social media e anche al supermercato: le call to action (CTA) dovrebbero essere degli inviti che spingono a eseguire un’azione. Anche nelle comunicazioni scritte, la tendenza è quella di inserire CTA dappertutto. Ma se sono ovunque e sono insistenti, disturbano e basta.

Saper come scrivere una newsletter efficace non vuol dire rimpinzarla solo di suggerimenti all’acquisto, con link ovunque che portano le persone sul tuo sito o a un’offerta specifica. Finirai per creare dubbi e paralizzare le possibili azioni.

Scegli un obiettivo principale e investi su di esso. Riversa lì tutta l’attenzione e crea una CTA mirata a uno scopo unico. Se vedi che hai bisogno di più di una manciata di link, forse ha senso dividere la tua newsletter in più e-mail, specifiche e brevi. Guida le persone nell’individuare subito l’azione più importante che dovrebbero fare.

Scrivere newsletter efficaci è una questione di chiarezza ed empatia

Sapere come scrivere una newsletter efficace richiede tempo, pazienza, e tanti, tanti tentativi. Ma se dovessimo scegliere solo uno tra i suggerimenti che abbiamo condiviso, ti diremmo di seguire questo: tieni testo e immagini concisi e puliti.

Testi brevi e formulati in modo semplice ti servono per agganciare gli iscritti. Il tuo scopo principale non è tenerli sui contenuti che gli stai inviando ora, quanto mandarli fuori, verso una pagina di prodotto, un’offerta o un modulo contatti. Meno trattieni la tua audience, più tempo avranno per compiere l’azione che stai suggerendo.

Un testo corto fa “assaggiare” un pezzo dei tuoi contenuti, incuriosisce e stimola a cliccare la CTA che hai preparato con cura. Dunque, ricorda che nessuno vuole paragrafi infiniti da leggere. Suddividi il testo in piccoli blocchi digeribili e non aver paura di enfatizzare parole o frasi con testo in grassetto o in corsivo. Puoi anche usare le emoji per comunicare idee in modo efficace, affinché la tua mail non sia opprimente da leggere. Molto dipende anche dal tuo modo di comunicare e dalla capacità di mantenerlo coerente in tutti i canali che utilizzi, dalla mail ai social media.

Un altro accorgimento che migliorerà la tua performance è il buon utilizzo degli spazi bianchi. Una newsletter efficace non aggredisce il lettore con troppi dettagli. Dunque, distribuisci i contenuti visuali, alleggerendo la lettura. Una newsletter che si legge come una conversazione è molto più facile da “digerire”. Pensa sempre a chi riceverà la tua e-mail, crea empatia e sforzati di costruire una relazione. Usa un tono gradevole e un linguaggio semplice.

Come scrivere una newsletter efficace e coinvolgente

Le e-mail sono uno strumento utilissimo per rimanere in contatto con i clienti o potenziali tali. Aiutano la tua azienda a creare e a mantenere una connessione personale. I suggerimenti che ti abbiamo dato servono proprio a questo. In primis, a darti gli strumenti per sapere come scrivere una newsletter efficace, in secondo luogo, ad avere più di un’opportunità per espandere il tuo business.

Perché è vero, le relazioni commerciali sono fatte anche di numeri e di dati, ma prima di tutto, sono relazioni. Chiarezza, capacità emotiva e tono della comunicazione scritta sono fondamentali per sapere come redigere una newsletter coinvolgente e creare relazioni di fiducia con i tuoi lettori.

Scrivere ottime e-mail non dovrebbe essere qualcosa che ti mette l’ansia o ti risucchia in una voragine di tempo perso. Dopotutto, scrivi e-mail ogni giorno, che sia la tua newsletter, una richiesta d’offerta o un invito a un appuntamento di lavoro. Dovresti poterlo fare con consapevolezza e semplicità.

In Qsfera ci impegniamo ogni giorno nel progettare percorsi formativi che siano effettivamente in linea con i tuoi obiettivi di crescita personale e professionale. Abbiamo l’esperienza e le competenze per aiutarti a ottenere i risultati che desideri. Contattaci senza impegno, oppure scopri subito il corso Mail al lavoro e apprendi le strategie di scrittura consapevole per rafforzare il rapporto con i tuoi clienti.

 

  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Coach e Formatrice specializzata in ambito business. Per Qsfera e per Studio Essepi affianca imprenditori e collaboratori per fare chiarezza sugli obiettivi del mangement, facendo emergere il potenziale degli stessi, per il raggiungimento di risultati personali e professionali.