Coach in azienda: a cosa serve e perché è importante

Coach in azienda: a cosa serve e perché è importante

 

Il coach in azienda supporta manager e professionisti nel gestire i carichi di pressione e li aiuta a esprimere le loro potenzialità.

Proprio come nello sport, anche sul posto di lavoro un allenatore può aiutarti a migliorare le tue capacità e a sviluppare metodologie efficaci per raggiungere gli obiettivi.

Riconoscere e allenare le tue abilità ti aiuta anche a gestire il potenziale umano che compone il tuo team di lavoro. Comprendere le attitudini e le esigenze delle persone che lavorano con te è fondamentale per sviluppare al meglio le risorse aziendali. E una guida può orientarti nella direzione giusta.

Dunque, lo scopo del coaching sul posto di lavoro è proprio quello di migliorare le prestazioni delle persone, far emergere le loro abilità e aiutarli ad acquisirne di nuove. Vediamo come si sviluppa un percorso di coaching in azienda e tutti i benefici che può offrirti.

Coach in azienda: perché è utile

Quando poni l’attenzione sia sulla crescita professionale che personale ottieni sempre i risultati migliori. Aumenti la produttività, affini la comunicazione, diminuisci la tensione e accresci l’impegno e la lealtà del personale.

Ecco perché introdurre il coaching sul posto di lavoro ha effetti benefici, soprattutto se è la stessa cultura aziendale a incoraggiarne l’utilizzo. Il coach in azienda infatti aiuta a sviluppare le abilità di leadership, per creare un ambiente aziendale dove le persone possano sentirsi incoraggiate a dare il massimo contributo.

Per questo motivo, più dipendenti hanno la possibilità di accedere a percorsi di coaching individuale e maggiori saranno i vantaggi per l’impresa:

 - migliora la produttività e il rendimento individuale;
 - riduce i conflitti sul posto di lavoro;
 - migliora le performance dell’azienda e diminuisce i costi del lavoro, poiché l’uso del tempo è più efficiente, le strategie più efficaci e gli obiettivi ben definiti;
 - aumenta il coinvolgimento dei dipendenti che, valorizzati e riconosciuti come parte attiva dell’azienda, sono soddisfatti e più responsabili;
 - diventa un benefit da introdurre nella tua attività, non solo per coinvolgere i dipendenti, ma anche per attrarre le risorse migliori sul mercato del lavoro;
 - migliora il retention rate e il processo di selezione del personale. I dipendenti vogliono crescere e il coach in azienda è un segnale chiaro di come essa stia investendo per offrire uno sviluppo professionale. Questo incide molto sulla decisione di restare o lasciare l’azienda.

Come vedi i benefici nell’introdurre un coach in azienda sono molti e possono trasformarsi in risultati tangibili. Ma come funziona esattamente il coaching aziendale? Quali sono le aree di intervento?

Com’è strutturato un percorso di coaching in azienda

 Il coach aziendale non è un consulente, non si occupa di fare formazione, non è nemmeno uno psicologo o un terapeuta che tratta comportamenti patologici. Il business coach lavora sul potenziale, facendo emergere le capacità inespresse.

Del resto, avere successo sul piano lavorativo non significa solamente essere qualificati, competenti e sempre aggiornati. Ci sono aspetti personali e relazionali che vengono spesso trascurati e finiscono per affievolire l’intelligenza emotiva. Ed è proprio su questi aspetti che interviene un business coach. Come?

Di certo, il coach in azienda non è lì per fornire risposte preconfezionate. Il suo scopo è aiutare manager e team di lavoro a trovare quelle risorse interiori necessarie a sviluppare strategie adeguate al raggiungimento di specifici obiettivi. E mentre la frenesia e lo stress si insinuano nelle tue giornate, manipolando le capacità decisionali, il coach ti riporta a sfruttare quelle qualità innate che stai trascurando.

Con la riflessione e la creatività è possibile trovare soluzioni inaspettate, ma utili e concrete, che messe in pratica producono i risultati sperati con meno sforzo.

Il percorso di coaching aziendale può essere strutturato in varie fasi, che prevedono sia colloqui individuali con le risorse umane coinvolte che i feedback ai responsabili. Ogni azione è orientata a far emergere il potenziale delle persone e a definire i cambiamenti decisivi per le strategie aziendali.

All’interno dell’azienda il business coach opera nello specifico per:

 - superare difficoltà relazionali tra colleghi e la diminuzione dei conflitti;
 - fornire strategie operative per lo stress da lavoro;
 - gestire colloqui individuali, per l’analisi del clima aziendale e la pianificazione di attività concrete di ripristino del benessere psicofisico;
 - incrementare la resilienza e la capacità di gestire le crisi;
 - comprendere il potenziale dell'individuo e metterlo nelle condizioni di dare il meglio;
 - raggiungere gli obiettivi aziendali e accrescere l’efficienza sia individuale che di team.

Il coach è una figura preziosa. Ogni azienda dovrebbe avvalersene per incrementare la propria competitività. Stabilire obiettivi, tattiche e misure di coaching strategico per l'impresa, nonché considerarlo come metrica individuale, vuol dire orientare la bussola della tua attività verso il successo.

Se invece sei un libero professionista, o un docente, anche tu puoi migliorare le tue performance grazie ai benefici del coaching. In questo articolo trovi un approfondimento che può fare al caso tuo: Come il parent coaching può supportare insegnanti e scuole.

Un coach in azienda per valorizzare il potenziale umano

Il coaching dovrebbe essere affrontato come qualsiasi altro obiettivo strategico aziendale. Puoi sviluppare le capacità di leadership necessarie per creare solide relazioni di fiducia con i tuoi collaboratori, apprendere come fornire feedback costruttivi e aiutarli a sviluppare le competenze per dare il massimo in azienda, come professionisti e come persone.

Quando ai dipendenti viene offerta l’opportunità di lavorare in un ambiente propositivo ed empatico, essi si rivelano più soddisfatti e il loro impegno aumenta. Certo, servirà un po’ di tempo. Ma pian piano che i processi e gli obiettivi di coaching diventano più coerenti e apprezzati, avrai un nuovo modo per sviluppare e motivare il personale.

Qsfera organizza percorsi di coaching in azienda con professionisti qualificati. Possiamo aiutarti a sviluppare un approccio di leadership capace di tramutarsi in un vantaggio rispetto alla concorrenza. Se ti interessa saperne di più, contattaci senza impegno e inizia a investire in una cultura dell'apprendimento e del progresso.


  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Formatrice e Coach in ambito personale e professionale. Per Qsfera si occupa di percorsi formativi in team e colloqui di coaching individuale aventi come focus primario il benessere psico-fisico della persona, il raggiungimento di obiettivi sfidanti, facendo leva sulle proprie potenzialità.