5 consigli per praticare la gratitudine e avere benefici immediati

5 consigli per praticare la gratitudine e avere benefici immediati

 

Praticare la gratitudine è l’abilità di apprezzare quello che accade nella tua vita, sia esso tangibile o intangibile. Una consapevolezza profonda che ti fa stare bene. Sei felice.

Quante volte hai sentito dire che essere grati di ciò che si ha può cambiare la vita in meglio? Non è un modo di dire, o una semplice moda passeggera. Studi e ricerche scientifiche ne hanno dimostrato la veridicità. Nessuna autosuggestione, ma risultati reali e concreti.

La verità è che nonostante sia un atteggiamento ammirevole, è raro soffermarsi a pensare a quanto sia positivo per noi provare gratitudine. Senza volerlo, stiamo trascurando una risorsa preziosa, per il nostro benessere e per quello delle persone intorno a noi.

La gratitudine è importante perché ci lega alla realtà. Consente di andare oltre noi stessi, ci ricorda la profonda connessione e l’interdipendenza con tutto ciò che è intorno a noi. Ci mantiene centrati e radicati nella nostra vita. E allora, perché non trasformarla in una pratica quotidiana?

Come praticare la gratitudine per una vita più sana e felice

Praticare la gratitudine può risollevare lo spirito, darti conforto e ottimismo nei momenti difficili. È l'antidoto alla paura, alla scarsità e alla sensazione di non avere il controllo.

Pensaci. Di solito, siamo grati agli altri quando traiamo beneficio dalle loro azioni. Siamo felici e desideriamo mostrare la nostra gratitudine per condividere i buoni sentimenti che ci sono stati donati. Allo stesso modo, possiamo essere grati alla vita per tutto quello che abbiamo, vediamo e facciamo. E non importa se sono piccole o grandi conquiste. Proviamo emozioni positive che scatenano una maggiore creatività e capacità di risolvere i problemi.

E se fosse possibile praticare la gratitudine con consapevolezza? Quali vantaggi potresti trarne? Ecco 5 consigli per iniziare a coltivare la gratitudine e coglierne tutti i benefici.

1) Scrivi il tuo diario e inizia a praticare la gratitudine

Stai pensando che ormai non siamo più ragazzini. Scrivere su un diario non fa per te, vero? Eppure, non si tratta di avere l’età giusta, ma di praticare le abilità che ti permettano di essere una persona felice, migliore.

Ogni sera, prima di addormentarti, ripensa alla giornata appena trascorsa e scrivi almeno tre motivi per cui dovresti provare gratitudine. Prenditi un po’ di tempo, anche solo pochi minuti e cerca le cose positive. Anche nei giorni più bui, puoi trovare un istante di felicità: un evento, un gesto, una chiamata, un regalo, il tepore di un raggio di sole sulla pelle.

Qualsiasi cosa che ti abbia fatto stare bene, anche se può sembrarti ordinaria e semplice. È un esercizio che allena le abilità legate all’attenzione e risveglia nuove modalità di pensiero. Vedrai che, con il tempo, andranno sempre più affinandosi e sarà un momento di piacevole consapevolezza.

2) Focalizzati sulle piccole cose

Le piccole cose della vita nascondo grandi benefici, non trascurarle. La promozione a manager non avverrà tutti i giorni, così come l’incontro con la tua anima gemella. Non lasciare avvizzire la tua felicità in attesa di chissà quale evento. È un circolo vizioso che spegne le tue energie.

Impara a focalizzarti su ciò che spesso viene trascurato o ritenuto banale. È un allenamento alla gratitudine: un pasto caldo, un maglione nuovo, il pranzo in famiglia, una passeggiata all’aperto, una chiacchierata con un’amica. Perché dovresti trascurare questi piccoli momenti di benessere, quando invece puoi trarne l’energia della gratitudine?

Ti sembra difficile? O inutile? Prova a impostare un timer sul cellulare, per ritagliarti un paio di minuti e provare gratitudine durante i vari momenti della giornata. Accetta questa sfida e vedrai che poi non potrai farne a meno.

3) Esprimi la gratitudine verso gli altri

Praticare la gratitudine può fare la differenza anche nelle interazioni con le altre persone. Basta una sola parola: “grazie”. Troppo spesso, tendiamo a dare per scontati i gesti e le gentilezze delle persone intorno a noi, ma ringraziare significa riconoscerne l’importanza e apprezzarne le qualità.

“Grazie” è una parola dal potere immenso che manifesta gratitudine verso gli altri e accende emozioni positive nei nostri confronti. Aiuta le persone a essere grate e alimenta un circolo di energie che si manifesta in relazioni più affiatate e produttive.

4) Pratica la gratitudine con la meditazione

Per praticare la gratitudine può essere utile trovare delle connessioni che ci aiutino a risvegliarla. Scegli una frase o una parola, e trasformala in un “mantra”, quell’appiglio necessario a richiamare lo stato di gratitudine. Sarà utile anche nei momenti difficili, per ritrovare le emozioni positive capaci di controbilanciare i pensieri negativi e lo sconforto.

Usa il tuo mantra nella pratica quotidiana di meditazione, oppure ripetilo più volte durante la giornata, per richiamare le vibrazioni positive della gratitudine. Riuscire a controllare l’emotività è importante per mantenere saldo il tuo equilibrio interiore.

5) Presta attenzione alle parole che utilizzi

Mancanza, privazione, sfortuna, perdita: sono solo alcune delle parole utilizzate dalle persone che non riescono a praticare la gratitudine. Le parole che utilizziamo descrivono il nostro mondo, e allo stesso tempo gli danno forma.

Inizia ad ascoltare con attenzione le parole con cui racconti e descrivi le tue esperienze. Senza rendertene conto, potresti alimentare un atteggiamento negativo, che andrà a influire sul tuo lavoro e sulle relazioni personali.

Prova a cambiare le parole negative con altre di apprezzamento. È una tecnica che ti permette di acquisire consapevolezza del tuo stato d’animo e ti aiuta ad allontanarti dalla negatività che stai riversando nella tua vita.

Praticare la gratitudine: quali sono i benefici immediati?

Praticare la gratitudine fa stare bene, ma non solo: sono molteplici gli effetti positivi a vari livelli, sia psico-fisico che sociale. Ecco, dunque, cosa racchiude in sé il potere della gratitudine:

  - influisce in positivo sulle emozioni, rinforzando sentimenti di gioia, ottimismo ed entusiasmo;
  - riduce i livelli di ansia e di depressione;
  - aumenta la felicità e la soddisfazione personale;
  - aiuta a superare i traumi;
  - rafforza le relazioni;
  - lavora sull’empatia e sulla compassione;
  - abbassa la pressione sanguigna;
  - rafforza il sistema immunitario;
  - diminuisce i problemi legati all’insonnia.

Essere riconoscenti per quello che si ha e per le possibilità che ogni giorno possiamo cogliere è il primo passo per migliorare la qualità della propria vita. È difficile sentirti demoralizzato e farti prendere dallo sconforto quando sai come praticare la gratitudine. Dedicale un momento, ogni giorno.

Alimenta una visione più ottimistica della vita e cogline i grandi benefici che ne derivano, sia nei progressi verso i tuoi obiettivi che nelle relazioni con gli altri. Se vuoi sentirti di nuovo energico e propositivo, ora sai che è possibile.

Qsfera organizza percorsi di crescita personale in cui puoi allenarti a praticare la gratitudine: contattaci senza impegno e inizia subito a coglierne tutti i benefici.


  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Formatrice e Coach in ambito personale e professionale. Per Qsfera si occupa di percorsi formativi in team e colloqui di coaching individuale aventi come focus primario il benessere psico-fisico della persona, il raggiungimento di obiettivi sfidanti, facendo leva sulle proprie potenzialità.