Outdoor training: come creare un team vincente

Outdoor training: come creare un team vincente

 

L’outdoor training è una metodologia di formazione pratica che ha lo scopo di accrescere le competenze trasversali di un gruppo di lavoro e creare un team vincente.

Una leadership attenta sa che il lavoro di squadra in azienda è uno dei concetti chiave per un’impresa di successo.

L’attività di outdoor training apporta vantaggi e benefici non solo inerenti la capacità di comunicare tra collaboratori, ma anche riguardo la motivazione a raggiungere obiettivi comuni e lo sviluppo di maggior senso di appartenenza ai valori aziendali.

Tutti questi aspetti sono necessari per mantenere nel tempo un alto livello di performance aziendale.

Cos'è l'outdoor training

L’outdoor training è caratterizzato da attività pratiche svolte all’aria aperta (parchi e strutture esterne all’azienda), nelle quali i partecipanti vengono coinvolti in esercizi e situazioni completamente diverse dalla realtà quotidiana di lavoro.

Prendendo in prestito idee e materiali da altri contesti, gli individui coinvolti sono portati a relazionarsi in maniera alternativa e a pensare e agire fuori dagli abituali schemi mentali.

Gli obiettivi di questo training aziendale sono:

 1. team building, collaborazione e integrazione
 2. determinazione degli obiettivi adeguati al proprio ruolo e fiducia reciproca
 3. motivazione al risultato (mission aziendale)
 4. comunicazione efficace
 5. problem solving e gestione del cambiamento e dell’incertezza

La peculiarità dell’outdoor training sta proprio nella formazione esperienziale, che riesce a coinvolgere diversi piani di apprendimento:

 - fisico
 - cognitivo
 - emotivo

A differenza delle esperienze prevalentemente cognitive fatte in aula o in azienda, le componenti emotiva e fisica del training outdoor favoriscono l’attività di team building fungendo da acceleratore per l’apprendimento e da connettore tra i partecipanti.

Questa metodologia può trovare radici in pensatori e filosofi che, a partire da J.J. Rousseau, hanno sottolineato la grande importanza della teoria dell’apprendimento esperienziale.

Dagli anni ’70, con il mercato competitivo e il veloce progresso tecnologico, il metodo si è consolidato e successivamente diffuso prima negli Stati Uniti e poi in altri paesi, diventando il riferimento per la formazione interna di imprese di qualsiasi settore e dimensione.

Outdoor training: le attività di team building aziendale

Le attività di team building aziendale possono variare a seconda dei seguenti fattori:

 1. obiettivi da conseguire con gli esercizi
 2. location
 3. budget e tempi aziendali
 4. clima e tempo meteorologico
 5. preparazione fisica dei partecipanti
 6. predisposizione ludica delle persone coinvolte

Tra le prove più utilizzate per l’outdoor training aziendale vi sono sport e giochi all’aperto che mettono in risalto competenze particolari in gruppo:

 - canottaggio: spostamento per mezzo di imbarcazioni dotate di remi tramite la forza dei vogatori, include leadership e forza di volontà a collaborare;

 - rafting: discesa fluviale su un particolare gommone governato dall’equipaggio con le pagaie, prevede prontezza nell’affrontare gli imprevisti e forza d’animo;

 - orienteering e caccia al tesoro: attività a tempo che combinano sport come la corsa con l’esplorazione di un territorio, comprendono capacità decisionali, lavoro di squadra, spirito di collaborazione, leadership e capacità di ascolto.

Oltre ai grandi eventi esperienziali, anche le attività proposte in un ambiente più contenuto, se strutturato in maniera precisa e curata, hanno lo stesso grado impattante sulle persone coinvolte.

Il punto di forza sta nel progettare un percorso efficace di team building con situazioni coinvolgenti, che sappiano stimolare nuovi approcci e punti di vista, lontani dal classico contesto lavorativo.

Come creare un team vincente con l'outdoor training

Per creare un team vincente con l’outdoor training, è necessaria la presenza di un formatore preparato, in grado di guidare le attività dinamiche e gestire i meccanismi relazionali ed emotivi.

Questa figura farà da mediatore e interverrà per stabilire una continuità nel processo di apprendimento e di sviluppo dello spirito aziendale e, nello stesso tempo, cogliere le potenzialità espresse dai singoli.

A prescindere dalla tipologia di esercizio, generalmente sono previsti 2 momenti consecutivi:

1. esperienza attiva: prove ed esercizi che riproducono metaforicamente azioni e processi aziendali, idonei a far emergere strategie e abilità da applicare successivamente al proprio ambiente e ruolo professionali;

2. debriefing: tempo dedicato alle osservazioni e riflessioni dei singoli partecipanti per acquisire consapevolezza e compiere una valutazione generale a processo ultimato.

A livello aziendale, i principali vantaggi sono:

 - crescita del senso di appartenenza ai valori aziendali
 - capacità di fare strategia di gruppo e di gestione dei picchi lavorativi
 - comunicazione tra i vari dipartimenti e condivisione di un disegno comune
 - comprensione dei propri limiti e condivisione delle potenzialità
 - sviluppo di un clima di lavoro positivo e coeso

I benefici dell’outdoor training permettono, quindi, un coinvolgimento attivo delle persone, che diventano più responsabili e impegnate grazie al forte senso di appartenenza all’azienda.

Dedicato a imprese di qualsiasi dimensione e tipologia, l’outdoor training è una scelta lungimirante per consolidare i risultati del proprio team e guidarlo verso l’eccellenza.

Se anche tu vuoi organizzare un percorso di outdoor training professionale, su misura per la tua azienda, contattaci oggi stesso!

 


  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Consulente per la formazione aziendale tramite analisi fabbisogni, progettazione ed erogazione corsi, amante del canto.


Ultima modifica il Martedì, 10 Luglio 2018