A cosa serve il diagramma di Pareto nel problem solving

A cosa serve il diagramma di Pareto nel problem solving

 

Il diagramma di Pareto è uno strumento efficace per la risoluzione dei problemi e risulta particolarmente utile per ottimizzare i processi decisionali.

Il problem solving è una delle abilità più richieste nel mondo del lavoro: per quanto possa sembrare una competenza un po’ inconsistente, vista la tendenza a considerarla una caratteristica comune a ogni persona, non è affatto così. Richiede la capacità di agire anche in circostanze dove il peso delle responsabilità è un ostacolo che inibisce le capacità decisionali.

Il principio di Pareto può essere applicato in moltissimi contesti: forse ne hai già sentito parlare, ma è un concetto profondo che merita di essere analizzato per usarlo a tuo vantaggio. In questo articolo, ecco come fare.

  

La regola 80/20 per comprendere il diagramma di Pareto

 

Il problem solving è un’abilità che si può allenare e che può contare su strumenti capaci di indirizzare il processo decisionale. Il diagramma di Pareto è un espediente che non può mancare nella cassetta degli attrezzi di chi è chiamato a rispondere prontamente quando si tratta di prendere decisioni importanti.

Per poter usare con efficacia il diagramma di Pareto è necessario comprenderne il principio: la famosa regola 80/20.

Il principio di Pareto prende il nome dall’economista italiano Vilfredo Pareto. Tutte le sue teorie vedono l’economia come la scienza delle azioni logiche che l’uomo compie per raggiungere i suoi scopi tramite i mezzi a disposizione. Tra le teorie di Pareto quella della regola 80/20 è universalmente conosciuta e applicata in diversi campi: problem solving, gestione risorse umane, relazioni con i clienti, ecc.

Egli aveva notato che, agli inizi del XX secolo, il 20% della popolazione italiana possedeva l’80% della ricchezza. Da questa semplice deduzione, a seguito di ulteriori conferme, si è reso conto di trovarsi davanti a un concetto di ben più ampio respiro e applicabile in molti settori.

Dunque, possiamo dire che il principio di Pareto specifica che l’80% delle conseguenze (problemi o risultati) proviene dal 20% delle cause (fattori in gioco). Significa che concentrandoti su un numero ristretto di fattori o cause, che rendono critica una situazione, puoi ottenere i risultati migliori.

Pur essendo semplice, è un concetto potente, molto utile soprattutto per chi si trova a gestire le problematiche aziendali. Ma come puoi capire quali fattori (cause) generano il maggior effetto sui tuoi risultati?

Il diagramma di Pareto si propone come soluzione ideale.

  

Il diagramma di Pareto: problem solving in 5 passi

 

Il diagramma di Pareto ti aiuta a valutare l’importanza degli elementi in un insieme di decisioni da prendere. In sostanza, è un grafico a barre con cui puoi mettere in ordine di priorità le cause che generano un problema.

Per usare con efficacia il diagramma devi tenere a mente la regola dell’80/20 che sta alla base del principio di Pareto. Vediamo come costruirlo, in 5 passi, per condurre un’analisi e valutarne il risultato.

#1 Identifica il problema

Se vuoi affrontare un problema è necessario sapere con che cosa hai a che fare. Quindi il primo passo è capire qual è o quali sono i problemi da affrontare.

#2 Elenca le cause del problema

Identificato il problema dovrai capire quali sono le cause che lo stanno generando. Pertanto, fai un elenco di tutte quelle che stanno concorrendo ad alimentare il tuo problema: la determinazione delle cause è basata sui dati, quindi dovrai raccogliere tutte le informazioni necessarie.

#3 Assegna un valore a ogni causa

Ora quantifica e assegna il giusto valore e il peso percentuale che ciascuna causa ha sul tuo problema. Questo è un passo cruciale, che ti aiuterà a determinare l’impatto di ogni fattore sul risultato finale. Inoltre, indicherà la direzione delle tue azioni future.

#4 Raccogli i dati in una tabella per visualizzare il grafico a barre

Riporta i valori, precedentemente raccolti, su un foglio di calcolo come Excel: tale strumento ti offre, tra le opzioni, la possibilità di realizzare un diagramma di Pareto.

#5 Analizza il diagramma di Pareto

Ora hai davanti a te un grafico in cui è facile intuire quali siano le principali cause che generano il problema. Puoi agire su quel 20% che produrrà l’80% dei risultati, evitando di sprecare tempo e risorse.

 

Il diagramma di Pareto: uno strumento efficace nel problem solving

 

Il diagramma di Pareto è uno strumento efficace che ti consente di capire subito quali siano le azioni da compiere, per ottenere il miglior risultato nel minor tempo.

Non focalizzarti sull’esattezza delle percentuali indicate dalla regola 80/20. Vanno considerate come valori rilevatori, che possono oscillare, ma restano significativi dell’efficienza del principio di Pareto (nelle tue strategie di problem solving, e non solo). Può essere applicato, infatti, in molti contesti e situazioni: dalle analisi di profitti e perdite alla gestione del tempo, ma anche nel campo delle strategie di marketing.

Valutare le tue azioni, e affrontare ogni obiettivo professionale in modo efficace, ti permette di migliorare le tue performance e quelle della tua azienda.

Se vuoi affinare queste tecniche, e capire come applicarle nel tuo contesto di riferimento, contattaci oggi stesso e scopri come possiamo aiutarti.

 


  michele-vasselai-q-sfera   

Scritto da: Michele Vasselai


Responsabile marketing e vendite, specializzato in comunicazione d'impresa e sviluppo commerciale, appassionato motociclista.



Ultima modifica il Martedì, 06 Novembre 2018